Sebbene viviamo nel mondo della digitalizzazione, la stampa di documenti in azienda è una pratica ancora molto diffusa. In alcuni casi si tratta di un’abitudine consolidata che si fa fatica ad abbandonare ma si potrebbe, in altri invece è necessaria. Ad ogni modo i costi di stampa pesano enormemente sul bilancio aziendale e bisognerebbe cercare di ridurli il più possibile. Come? A volta bastano dei piccoli accorgimenti e la messa in atto di buone pratiche comportamentali per ottenere grandi risultati.

Ecco alcuni consigli pratici per la riduzione costi stampa aziendale:

  1. Stampare fronte-retro

Molto spesso ci si dimentica che è possibile utilizzare entrambe le facciate di un foglio per la stampa dei documenti. Stampare fronte-retro è una buona abitudine da mettere in pratica per ridurre costi aziendali e anche per impattare meno sull’ambiente.

  1. Stampare più pagine per foglio

Per evitare inutili sprechi, non esiste solo l’opzione fronte-retro, ma anche quella che prevede l’accorpamento di più fogli su ogni singola facciata.

  1. Usare la modalità ‘bozza’

Scegliere la ‘modalità bozza’ fra le impostazioni di stampa permette di ridurre enormemente la quantità di inchiostro utilizzato, riducendo i costi di stampa. Se temete che il documento sia illegibile, verificate: non è così

  1. Stampa bianco e nero

Nella maggior parte dei casi, non si ha bisogno di stampare a colore. Perché quindi non impostare la modalità bianco e nero, che consente di risparmiare sui toner a colori?

  1. Usare font semplici

Usate font molto semplici potrebbe contribuire alla riduzione dei costi di stampa. Il font che prevede il minor consumo di toner è il Century Gothic.

  1. Evitare le immagini

Quando non sono indispensabili, sarebbe meglio non stampare le immagini o i grafici presenti nel documento, che consumano moltissimo inchiostro.

  1. Selezionare il testo

Se vi serve stampare soltanto una parte del documento che state utilizzando, non siate pigri: selezionatela e stampate solo quella. Si tratta di un’accortezza che contribuisce enormemente nella riduzione costi stampa aziendale

  1. Scelta del toner

Non sempre è indispensabile utilizzare toner originali. Valutare l’acquisto di toner compatibili può essere un’ottima opzione per il portafogli

  1. Aumentare il numero di documenti digitali

Sappiamo bene che non tutti i documenti devono essere necessariamente stampati. I documenti digitali hanno la stessa valenza di quelli cartacei, basta salvarli in piattaforme sicure, come quelle cloud.

  1. Stampa solo se necessario

Molto spesso si fa fatica ad abbandonare l’abitudine di stampare i documenti che dobbiamo archiviare o consegnare a qualcuno. Ma facciamo questo esercizio: primo di premere il tasto print, domandiamoci se non esistano delle alternative. Scambi via mail, tramite google drive o dropbox potrebbero essere la giusta strada per ridurre i costi di stampa.

(Visited 8 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo