Non il cancro, bensì lo stress: è lui il male numero 1 del nostro secolo. Lo si trova infatti tra le cause principali delle più comuni patologie che colpiscono gli abitanti dei Paesi industrializzati. Parliamo di malattie croniche dell’apparato digerente, ma anche di tumori e di tanti disturbi respiratori, per non citare l’ipertensione, la quale comporta a sua volta problemi cardiovascolari e infarti. Difficile, per non dire impossibile, eliminare tutte le fonti di stress che ci circondano soprattutto per chi lavora in ufficio. Meglio, invece, individuare degli efficaci esercizi antistress da praticare sul luogo di lavoro. Per questo motivo, qui sotto, andremo a proporre alcuni tra i più benefici metodi antistress da ufficio.

 

Ginnastica antistress da ufficio: alcuni esempi

 

Per diminuire lo stress non c’è niente di meglio di una camminata o di una corsetta leggera. Ma si sa, non sempre è possibile infilare la scarpe da ginnastica e fiondarsi al parco. Esistono però dei semplici esercizi contro lo stress da eseguire in ufficio. Eccone alcuni:

 

Far ballare le spalle: in ufficio, di fronte alla scrivania e allo schermo del computer, la tensione si concentra soprattutto a livello delle spalle. Per questo è essenziale, di tanto in tanto, abbassarle e alzarle, così da diminuire la tensione. Prima si dovranno alzare, puntando alle orecchie, e poi abbassare, il tutto lentamente: basterà ripetere il movimento una decina di volte due volte al giorno per provare un discreto sollievo.

 

Sciogliere il collo: anche qui, vale lo stesso discorso fatto per le spalle. Per smuovere il collo, basterà girare delicamente la testa a destra e a sinistra, tracciando nell’aria un semicerchio immaginario con il proprio mento.

Respirazione distensiva: la ginnastica antistress passa anche per una respirazione corretta. Per abbassare il livello di ansia si insegna solitamente a fare alcuni respiri profondi ‘con la pancia’. Sarà dunque sufficiente posizionare una mano sul proprio ventre e, senza muovere il busto, inspirare lentamente tutta l’aria che si riesce a immagazzinare. A quel punto, si procederà con l’espirazione, svuotando completamente la riserva d’aria: il sollievo sarà immediato.

 

Stirare la schiena: talvolta, presi dal lavoro, si finisce per restare seduti nella stessa posizione per ore, tenendo magari i muscoli in tensione. Di tanto in tanto è meglio invece sgranchire la schiena, alzandosi in piedi, facendo alcuni passi e soprattutto piegandosi in avanti – senza piegare le ginocchia – allungando le mani verso i piedi, per poi tornare lentamente in posizione eretta. Le prime volte i risultati saranno forse deludenti, ma la schiena ringrazierà di certo, alleviando lo stress.

 

Piegamenti: in ufficio è possibile fare anche piegamenti. No, non parliamo dei faticosi piegamenti a terra. Per quelli ci vuole spazio, e spesso anche una camicia di ricambio. Meglio optare per delle flessioni a partire dal piano della scrivania. Basterà appoggiare saldamente i palmi delle mani su di essa, fare leva sulle punte dei piedi e abbassarsi fino a sfiorare la scrivania con il petto. Dopo una ventina di ripetizioni, fatte con schiena dritta e  movimenti lenti, lo stress sarà certamente ridimensionato.

(Visited 55 times, 1 visits today)
Condividi l'articolo